Banner-procedura-di-dialogo

La Procedura di Dialogo Competitivo

Il Dialogo Competitivo, istituito nel Codice Appalti (art. 64 del Decreto Legislativo 18 Aprile 2016, n.50) è:

  • Una metodologia che attraverso una procedura di evidenza pubblica garantisce un coinvolgimento del territorio e degli attori locali nella realizzazione e gestione di un progetto di interesse per la comunità
  • Uno strumento che garantisce un dialogo continuo tra l’Ente Pubblico appaltante e i soggetti che prendono parte al bando di gara, con l’obiettivo di creare un progetto che recepisca i diversi orientamenti
  • Una procedura che, nel caso specifico del progetto Porta Nuova, verrà utilizzata per identificare i contenuti e il modello organizzativo gestionale più adatto e strutturare operativamente le attività di progetto.

La procedura di dialogo competitivo che segue la pubblicazione del bando di gara si articola in tre fasi successive:

  1. Ricezione e verifica delle manifestazioni d’interesse da parte degli operatori economici del mercato in possesso dei requisiti richiesti dal bando;
  2. Dialogo e confronto con i candidati le cui proposte sono state selezionate durante la prima fase, per individuare le forme associative più adatte e i mezzi necessari alla realizzazione del progetto;
  3. Richiesta e valutazione delle offerte finali e individuazione del soggetto con il quale l’ente pubblico struttura una relazione di partenariato pubblico-privato.

Il dialogo competitivo sarà uno strumento essenziale per lo sviluppo del progetto Porta Nuova: esso infatti consentirà al Comune di San Donà di Piave di adottare una metodologia innovativa e partecipata per la scelta degli attori del territorio da coinvolgere nell’attuazione del progetto, in coerenza con le politiche di sviluppo locale di tipo partecipativo già citate. La collaborazione così creata interesserà sia la definizione degli interventi e dei contenuti, sia la gestione delle attività che verranno sviluppate all’interno della Cantina dei Talenti e della Piazza della Frutta.

In tal modo si verrà a configurare un ecosistema innovativo di business strutturato su misura, che permetterà di definire una struttura organizzativa, gestionale ed economico – finanziaria adatta a raggiungere gli obiettivi di progetto.

Un percorso multidisciplinare e integrato, aperto, orientato dalla domanda e partecipato per la realizzazione di progetti a forte impatto sociale e territoriale, coerenti con la strategia Europa 2020 e i principi di crescita intelligente, sostenibile e inclusiva. Tale percorso, inoltre, è coerente con la nuova programmazione 2021-2027 che rende strategica la partecipazione degli enti locali nella gestione dei fondi europei e pone tra i settori di intervento prioritari il settore sociale e l’accrescimento delle competenze.